La Volkswagen è oggi una delle maggiori casa automobilistiche d’Europa. Venne creata nel 1937 in Germania per volere della dittatura nazionalsocialista che voleva motorizzare anche i tedeschi meno abbienti.

Volkswagen: le utlime novità e i nuovi modelli di auto

Volkswagen: novità e nuovi modelli di auto

L’incarico di realizzare il primo veicolo venne dato all’ingegnere Ferdinand Porsche che nel 1936 presentò ad Hitler le sue creazioni, due berline e una cabriolet: nacque così la prima fabbrica, sorta  nella sassone Wolfsburg. Durante la seconda guerra mondiale le auto prodotte vennero convertite da civili a militari ma, al termine del conflitto, venne alla luce una delle più famose vetture al mondo, destinata ad avere un successo incredibile: questa era la 1200, conosciuta anche come Maggiolino. Da questa derivarono altri veicoli, come quello commerciale Typ 2 e la Karmann-Ghia Coupé e Cabriolet, nota anche come Typ 83. Negli anni Sessanta la casa automobilistica tedesca sperimentò la realizzazione di un’erede del Maggiolino e vennero così create la 1500/1600 e la 411/412, che però non ottennero il successo sperato. Negli stessi anni dagli stabilimenti tedeschi uscì la berlina K70 e il Maggiolino divenne Maggiolone grazie a delle modifiche tecniche e stilistiche apportate. Negli anni Settanta, per risollevare le sorti dell’azienda in crisi, la cura del design venne affidata alla sapiente matita di Giugiaro che nel 1973 disegnò la Passat, nel 1974 la coupé Scirocco e la Golf, nel 1975 la Polo e nel 1979 la berlina Jetta mentre gli anni Ottanta furono dominati dalle nuove generazioni dei modelli precedenti. Nel 1981 la produzione aumentò ulteriormente per l’acquisto da parte della tedesca della casa automobilistica spagnola Seat. Negli anni Novanta la gamma di auto si ampliò e venne introdotta la nuova citycar Lupo, le versioni familiari di Golf e Polo e la monovolume Sharan. La Jetta invece cambiò nome e venne ribattezzata prima Vento e poi Bora. Ma la creazione più importante fu certamente la New Beetle, il nuovo Maggiolino, che debuttò nel 1998 negli Stati Uniti e l’anno seguente in Europa, costruito sul pianale Golf. Nel 1991 ci fu l’acquisizione di Škoda, a cui seguì quella di Lamborghini, Bugatti e Bentley. Con l’inizio del nuovo millennio si adottò una nuova motorizzazione ovvero il turbodiesel TDI e l’FSI a iniezione diretta. Nel 2002 ci fu la nascita dell’ammiraglia di lusso Phaeton, costruita sul pianale dell’Audi 8 e l’anno seguente si cimentò nella costruzione del SUV Touareg. Nello stesso anno venne presentata la versione cabriolet della New Beetle e la monovolume Touran. Nel 2005, per rimpiazzare la Lupo che non aveva ottenuto il successo sperato, venne messa in commercio la citycar Fox, oltre ad alcune varianti di Golf come la monovolume Golf Plus, la tre volumi Jetta e la coupé-cabriolet Eos. Nel 2007 tra le varie novità proposte dall’azienda tedesca ci fu il debutto dei propulsori Twincharged, le versioni Cross di Polo, Touran e Golf, le motorizzazioni a ridotto impatto ambientale Bleumotion, il SUV compatto Tiguan e le due concept car Up! e Space Up!. Nel 2008 venne presentata la berlina coupé quattro porte Passat CC e la Scirocco, costruita su pianale Golf e nel 2009 uscì la quinta attesissima generazione della Golf, che ottenne il titolo di Auto dell’Anno. Per i 70 anni del Maggiolino, nel 2011 è uscita la sua nuova versione. Nel frattempo la Volkswagen ha integrato nel suo gruppo Porsche e ha acquistato la quota di maggioranza di Scania AB e di Suzuki. L’unione tra la tedesca e quest’ultima è volta a realizzare nuovi modelli di auto ecologiche ed economicamente alla portata di tutti.